Mar ligure

Post 26 luglio 2018

A Riva Trigoso il legame con la fabbrica e la tradizione marinara è forte. Il borgo famoso per la Fincantieri condivide con Sestri Levante la tradizione dei leudi. Si trattava di piccole navi sui quindici metri di lunghezza munite di vela latina. Per la loro forma affusolata erano abbastanza facili da mettere in acqua dalla spiaggia e allo stesso tempo tenevano il mare aperto spingendosi nel Tirreno, in Sardegna e anche in Sicilia.
I loro equipaggi, per mangiare qualcosa di gustoso ed economico, inventarono il bagnun: sminuzzvano il pane raffermo o la galletta e li accompagnavano con acciughe freschissime, olio d’oliva e pomodoro.

Nella foto: un leudo a Sestri. By Umberto Fistarol (Flickr) e sagra del Bagnun di Riva Trigoso.

 



Post 26 gennaio 2017

Punta Chiappa è una piccola lingua di roccia che si protende sul mare dal promontorio di Portofino lato ponente. Un luogo fantastico ben descritto da questa poesia.

E' la casa degli spettri,

o così la chiamo io,

dove il vento soffia ansioso,

come un sospiro di morte

e dove l'onda s'infrange sulla roccia

con eterna violenza.

Gusti quell'aere

che sa così di primordiale,

e credi anche tu in quella lotta

(se c'è mai stata)

tra la terra e il mare:

e ti consumeresti,

per capire se l'onda ha divorato il monte,

o se la foresta ha beffato il mare.

Stefano Parodi 

(1966 - 1991)

(quadro: Luna su Punta Chiappa di Cecilia Ravera Oneto)

 



Post 18 novembre 2017

Sapore di mare... a Camogli. Direttamente dalla cooperativa dei Pescatori. Fritto misto al cartoccio + vino bianco euro 8. Cortesia e cielo azzurro inclusi. Fantastica Liguria!



Post 28 ottobre 2017

Arenzano, Comune di Genova, e il mare hanno un legame antico e profondo, secondo alcuni già presente nel nome, sarebbe infatti "arensen" che riecheggiava nelle grida dei marinai alla vista del Capo San Martino. Esclamavano "en sen" indicando l'insenatura ospitale.
Città di marinai, corsari, costruttori di navi. Fino alla metà del Novecento si ricordano opere di impareggiabili carpentieri, calafati e maestri d'ascia. Uno di questi fu Delfino Paolino detto "Paolin", esperto nella lavorazione del legno . Partecipo' alla costruzione della coperta del Flying Dutchman imbarcazione che diventera' classe olimpica.



Post 18 ottobre 2017

Laigueglia, nel weekend torna “Il salto dell’acciuga”.
Sabato 21 ottobre, a partire dalle ore 10, si inaugurerà la manifestazione, con stand in tutte le piazze del paese. Il tema conduttore di quest’anno sarà IL MARE E LE SUE RISORSE, argomento trattato a tutto tondo. Infatti si parlerà della storia di Laigueglia e del suo mare con le attività dell’Associazione Mestéi e Segnüe, attraverso dimostrazioni di tecnica di pesca, cucitura delle reti e l’antica pratica della produzione del sale. Previsto l’incontro Uomini e bastimenti, storie e leggende sopra e sotto il Mediterraneo con l’archeologo marino Piero dell’Amico, Francesca Pallares, Flavio Serafini, direttore del Museo Navale di Imperia, gli scrittori Giorgio Casanova, storico, ed il Comandante Domenico Acquarone, autore di Una vita sul mare.